Category Archives: PSR 2014-2020

  • 0

PSR 2014-2020 – Misura 4.2 Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli

PSR SICILIA 2014-2020

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE SICILIA 2014-2020

DISPOSIZIONI ATTUATIVE SOTTOMISURA 4.2

“Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o

dello sviluppo dei prodotti agricoli”

 

BENEFICIARI

I soggetti beneficiari degli interventi sono gli agricoltori singoli o associati, le persone fisiche o

giuridiche, le PMI e grandi imprese che svolgono attività di lavorazione, trasformazione e

commercializzazione dei prodotti agricoli

 

OBIETTIVI

 

L’intervento previsto dalla sottomisura 4.2 mira alla ristrutturazione ed all’ammodernamento del

sistema produttivo aziendale e agroalimentare, orientato al miglioramento del rendimento

economico delle attività e al riposizionamento delle imprese sui mercati.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

a) la costruzione e/o miglioramento delle strutture al servizio della lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni;

b) investimenti per il risparmio energetico e per la produzione di energia da fonti rinnovabili (impianti fotovoltaici, solari e mini-eolici, impianti di energia prodotta da biomassa di scarto) utilizzata esclusivamente per l’autoconsumo. Ai fini della produzione di energia da fonti rinnovabili non si potranno realizzare impianti e utilizzare materie prime e prodotti intermedi che generano consumo di suolo destinato all’agricoltura. Nel caso di impianti fotovoltaici, gli stessi non potranno essere posizionati direttamente a terra. Nel caso di impianti fotovoltaici o solari da installare su coperture di immobili già esistenti occorrerà presentare apposita certificazione a firma di un tecnico abilitato comprovante che il fabbricato in generale e la copertura in particolare, dal punto di vista statico e strutturale sono idonei a sostenere l’aggiunto sovraccarico generato dall’installazione degli impianti e che lo stesso non arreca pregiudizio alla statica dell’immobile nel suo insieme. Nel caso di impianti il cui scopo è la generazione di energia elettrica da biomassa, i costi saranno ritenuti ammissibili solo se la materia prima è costituita esclusivamente da sottoprodotti, scarti, rifiuti, reflui zootecnici. Tale tipologia di impianto dovrà prevedere l’utilizzo di almeno il 40% dell’energia termica prodotta, ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento delegato (UE) n. 807/2014 della Commissione, nonché soddisfare i criteri di sostenibilità applicabili stabiliti a livello nazionale e di Unione, incluso l’articolo 17, paragrafi da 2 a 6, della direttiva 2009/28/CE;

c) gli investimenti per la logistica aziendale, ed in particolare per la razionalizzazione della catena del freddo con interventi innovativi a livello di stoccaggio, lavorazione;

d) gli investimenti produttivi finalizzati alla tutela e al miglioramento dell’ambiente;

e) gli investimenti per il miglioramento delle condizioni di igiene e benessere degli animali nella fase di macellazione;

f) gli investimenti finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti/processi e alla introduzione di nuove tecnologie e di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale;

g) investimenti finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale con particolare riguardo al recupero dei sottoprodotti e allo smaltimento dei rifiuti;

h) investimenti finalizzati all’introduzione o al potenziamento delle produzioni della III, IV e V

gamma;

i) l’acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie dell’informazione e comunicazione e al commercio elettronico, nonché primo accesso e allacciamento alla rete;

j) l’acquisto di terreni per la realizzazione dei fabbricati, per un costo non superiore al 10%

delle spese di investimento;

k) l’acquisizione di immobili con obbligo di interventi sostanziali al servizio della lavorazione, trasformazione e commercializzazione delle produzioni, limitato al 30% del valore complessivo del progetto;

l) spese generali, collegate alle spese di cui alle lettere di cui sopra, quali onorari di professionisti e/o consulenti abilitati, studi di fattibilità.

CONTRIBUTI
L’ammontare del sostegno è pari al 50% del costo della spesa ammissibile.
E’ prevista una maggiorazione del 20% per le operazioni sostenute nel quadro del PEI (Partenariato
Europeo per l’Innovazione) in materia di produttività e sostenibilità in agricoltura.

Dott. Benedetto La Torre


  • 0

PSR 2014-2020 – Misura 4.1 Sostegno a investimenti nelle aziende agricole

PSR SICILIA 2014-2020

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE SICILIA 2014-2020
DISPOSIZIONI ATTUATIVE SOTTOMISURA 4.1
“Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”

BENEFICIARI
Le aziende agricole, le associazioni di agricoltori e reti di imprese di agricoltori.
OBIETTIVI
La sottomisura è finalizzata all’ammodernamento del sistema produttivo agricolo ed
agroalimentare volto al miglioramento del rendimento globale nonché al riposizionamento delle
stesse aziende sui mercati.
I principali obiettivi sono:
a) sostenere il processo di ristrutturazione aziendale attraverso l’ampliamento della dimensione
economica, l’introduzione di nuove tecnologie ed innovazioni, con attenzione anche alla sostenibilità
ambientale e al miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro;
b) favorire la concentrazione dell’offerta;
c) sviluppare le produzioni agroalimentari;
d) incentivare interventi di integrazione, sia orizzontale che verticale, finalizzati ad aumentare il
valore aggiunto delle produzioni ed il reddito dei produttori, anche attraverso investimenti per la
logistica e l’utilizzo delle TIC;
e) migliorare la qualità dei prodotti agricoli e zootecnici, anche attraverso investimenti funzionali
all’implementazione di sistemi di qualità, tracciabilità e gestione ambientale;
f) ridurre i costi di produzione e migliorare le condizioni di produzione e di allevamento
compatibilmente anche con le necessità di protezione dell’ambiente e del paesaggio (osservanza delle
norme, igiene e benessere degli animali, risparmio idrico ed energetico, uso di fonti alternative,
riduzione dei fattori inquinanti);
SPESE AMMISSIBILI
– Acquisizione, costruzione e/o miglioramento di beni immobili al servizio dell’attività di
produzione, di allevamento, di lavorazione, di trasformazione e di commercializzazione dei
prodotti e per ricovero macchine ed attrezzature;
– Viabilità ed elettrificazione aziendale;
– Realizzazione e/o riattamento di locali idonei per il personale dipendente dell’azienda;
– Realizzazione di nuovi impianti di colture poliennali;
– Interventi di miglioramento fondiario (idraulico-agrarie);
– Costruzione e riattamento di serre e/o serre-tunnel e/o tensio-strutture per la coltivazione e la produzione
di prodotti orto-frutticoli e florovivaistici;
– Realizzazione e/o riattamento e/o potenziamento delle strutture aziendali destinate all’allevamento e al
miglioramento delle condizioni di igiene e benessere degli animali;

– Acquisto di macchine ed attrezzature agricole nuove per le operazioni colturali e di raccolta;
– Acquisto di macchinari/impianti/attrezzature nuove per lo stoccaggio, conservazione, lavorazione,
trasformazione, confezionamento e commercializzazione di prodotti;
– Realizzazione di strutture e dotazioni per la logistica aziendale;
– Realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili commisurati ai fabbisogni
energetici di autoconsumo;
– Punti vendita aziendali e connesse sale di degustazione, ad eccezione di quelli da realizzare
nell’ambito delle imprese vitivinicole;
– Acquisto e posa in opera di materiale ed attrezzature necessarie per prevenire i danni da fauna
selvatica;
– Acquisto di attrezzature informatiche e telematiche finalizzate alla gestione aziendale, all’accesso
a servizi telematici, al commercio elettronico, nonché acquisto di arredi per uffici limitatamente
alle postazioni di lavoro;
– Realizzazione di opere idriche aziendali ed interaziendali collettive, che possono riguardare
invasi, opere di captazione, adduzione e distribuzione, impianti ed attrezzature;
– Investimenti immateriali connessi ad investimenti materiali, come ricerche e studi di mercato,
brevetti, licenze;
– Spese generali e consulenze.

CONTRIBUTI
Il livello contributivo è pari al 50% del costo dell’investimento ammissibile. Il percentuale di
contributo potrà essere maggiorata di un ulteriore 20% nei seguenti casi:
a) investimenti realizzati da giovani agricoltori;
b) investimenti collettivi e progetti integrati che si realizzano a sostegno di più di una misura;
c) investimenti localizzati in zone montane e zone soggette a vincoli naturali significativi
d) interventi sovvenzionati nell’ambito del PEI in materia di produttività e sostenibilità in
agricoltura

Dott. Benedetto La Torre


  • 0

PO FEAMP – misura 5.69. La nostra sintesi

Category : PSR 2014-2020

PO FEAMP 2014-2020 REGIONE SICILIA Bando di attuazione misura 5.69

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura BENEFICIARI PMI che, al momento di invio della domanda, operano in questi settori:

  • Lavorazione e conservazione del pesce, crostacei e molluschi mediante surgelamento, salatura, eccetera;
  • Pesca in acque marine e lagunari e servizi connessi.

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • Gli interventi ammissibili sono relativi ad investimenti riconducibili ai seguenti interventi:
  • Risparmio di energia e/o minor impatto ambientale (incluso il trattamento dei rifiuti);
  • Miglioramento della sicurezza, dell’igiene, della salute e delle condizioni di lavoro;
  • Trasformazione dei sottoprodotti risultanti dalle attività di trasformazione principale;
  • Trasformazione delle catture di pesce commerciale che non possono essere destinate al consumo umano;
  • Introduzione di prodotti e/o processi nuovi o migliorativi;
  • Trasformazione dei prodotti di acquacoltura biologica.

SPESE AMMISSIBILI

  • Acquisto di beni materiali nuovi, quali impianti, macchinari, attrezzature, etc;
  • Edifici, Realizzazione di nuovi edifici e Riattamento di immobili esistenti;
  • Acquisto di terreno;
  • Spese generali;
  • Spese per consulenze da parte ci tecnici e professionisti.

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 09/06/2015.

CONTRIBUTO AMMISSIBILE

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili

 

Benedetto La Torre

buzzoole code